rosy rosse per te

Pubblicato il da camilliadi

 

 

martedì 15 dicembre 2009

Non c’è pace in questo mondo! Uno è a casa sua, bello davanti al computer mentre tua moglie ti anestetizza la testa col Grande Fratello in sottofondo, e tu davanti al pc, mediti se fare all in o semplicemente rilanciare, quand’ecco che, a tradimento, sul televisore ti appare la faccia(?) di Bruno Vespa con in mano una riproduzione del duomo di Milano ed alle spalle la scritta “Perchè tanto odio” Lo so che chiunque, sano di mente, si sarebbe fiondato sul telecomando, avrebbe bruciato la televisione, chiamato un esorcista, ma non ce l’ho fatta, sono stato risucchiato dagli abissi vespiani, ho sfanculato una doppia coppia, e mi sono messo a vedere cosa combinava il servo sciocco di due padroni.

 

Ecco le formazioni in campo; per la sinistra: Donati dell’IDV e la Bindi per il PD, non un granchè a prima vista, ma e’ per la P2L che abbiamo l’apoteosi, dove capisco che è il momento di un altro amaro corroborante, abbiamo la crema della crema: il massone Cicchitto, che non è ancora cominciata la trasmissione e , pacatamente come al solito e con la classe che lo contraddistingue dà subito tutte le colpe del fattaccio alla sinistra,si rimette il cappuccio e si addormenta, il fascista La Russa, una personcina per bene che non più di un mese fa ha inviato a fanculo la corte europea, dicendo che dovevano morire tutti per la sentenza sui crocifissi nei luoghi pubblici, insomma la persona più adatta per rasserenare gli animi, il legaiolo Cota, i legaioli non ti deludono mai, quando pensi di aver sentito la stronzata più agghiacciante della tua vita loro riescono sempre a stupirti, basta ricordare le affermazioni che Bossi ha fatto sui 300 uomini armati, le pallottole a trecento lire,e su come avrebbe raddrizzato la schiena ad un pm poliomelitico. La ciliegina sulla torta sono il compagno di merende Belpietro, autore di simpatiche storielle su Veronica Lario (naturalmente dopo la separazione) ed il direttore del corriere della serva De Bortoli difensore dei poteri forti contro i deboli.

 

Si può ben intuire come, con cotanta abbondanza di materia grigia il dibattito sia subito volato alto, e per non farsi mancare niente, hanno subito cominciato a randellare sull’ ONOREVOLE Bindi rea di aver espresso un’opinione su sua bassezza ( “Non faccia la vittima”), e subito è diventata la responsabile dell’orribile ATTENTATO ai danni del ranocchio( approfitto del fatto che Maroni ancora non oscura tutte le forme di dissenso per chiamarlo in ogni modo mi venga in mente). La Bindi, che l’ottavo nano aveva apostrofato dicendo che era “Più bella che intelligente”, dimostrando che i soldi non comprano tutto, quantomeno non il buongusto e l’educazione, ha fatto presente che forse non era colpa della sinistra se il clima nel paese si è fatto un tantino teso, apriti cielo, è ricominciata la tarantella dei fomentatori dell’odio, di cortei contro il premier, di fantomatici striscioni violenti contro Silviolo (NON C’E’ DEMOCRAZIA SENZA REGOLE, RISPETTATELE! sicuramente violento, offensivo ed istigatore…ma andate a cagare!) la cosa è continuata così finchè il maggiordomo di casa Berlusconi ha fatto notare che sicuramente una parte della magistratura era avversa a sua maestà ( a questo punto mi sono chiesto perchè pago il canone per sentire uno pseudo giornalista attaccare la magistratura pur di difendere il padrone…che tristezza…) prendendo al balzo la domanda, il massone cicchitto s’è levato il cappuccio ed ha affermato che l’unico modo di stemperare questo clima è l’impunità per il presidente del consiglio ed il processo breve, finalmente!, due ore per arrivare al vero nodo della questione.Alla replica della Bindi, evidentemente provata anche da un precedente scontro avuto con Mary Star Gelmini sulla 7, che cosa c’entrasse uno psicolabile con la giustizia, sono partiti i titoli di coda e morta lì…

 

Ha ragione! Silviolo risolviamo il nodo giustizia….costituisciti!…e tu Rosy sposami….se vedemuthumbnailCAWZQMIX.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: