parole sante zia maria

Pubblicato il da camilliadi

 

parole sante zia maria

.

 

Ieri sera alle 19,20 suona il telefono mentre sono sul divano con mio figlio a guardare i cartoni animati, è Claudia, una mia amica dell’Aquila che mi dice:”Hanno preso a pugni Berlusconi”, strappo di mano il telecomando al piccino, che cerca di uccidermi con una testata, e schiaccio il tasto, mai usato fino ad oggi, specialmente dalle 19 in poi, numero 4.

 

Mi appare Emilio Fido praticamente in lacrime che, pacatamente come sempre, si dispiace che l’aggressore non sia stato linciato dalla folla, chiede che il fermo immagine dello sventurato venga lasciato in evidenza in una specie di gogna mediatica, attacca Di Pietro e tutte le opposizioni(?) se la prende con la magistratura, si straccia le vesti.

 

A questo punto della sceneggiata, mentre ero al secondo bicchiere di spumante, mi collego ad internet dove comincia a circolare la voce che il “terrorista” ( il legaiolo Bossi lo ha definito “Un atto di terrorismo” sic) avrebbe dei problemi mentali ed è in cura da dieci anni presso una struttura psichiatrica,questo, ovviamente, cambia tutto, sia la portata, che il contesto del gesto, questo per la maggior parte delle persone, ma non per i vari servi del padrone che continuano con la cantilena del clima avvelenato ( chi sarà mai stato ?) dai vari Santoro, Gomez , Travaglio , centri sociali ,comunisti, tutto ciò per rasserenare gli animi.

 

Quando ho cominciato a scrivere il pezzo ieri sera, prima di queste notizie, il titolo doveva essere: ONOREVOLE Di Pietro, dove il termine onorevole qualificava la persona e non ne indicava la professione, resta valido a maggior ragione adesso, dove in mezzo ad una pletora di pecoroni, il prode Antonio ha più o meno detto che chi semina vento raccoglie tempesta.

 

Apriti cielo, tutti a contestare le affermazioni di Di Pietro, i più veloci naturalmente sono stati quelli di sinistra, giusto per non restare indietro, certo un po’ dispiace vedere quel povero anziano sanguinante, però teniamo presente che è lo stesso vecchio che ha affermato che chi vota comunista è un coglione, che quelli della P2L trombano le mogli dei giudici, che loro sono morfologicamente migliori,che ha fatto sparire l’informazione vera nel nostro paese,tutti simpatici argomenti che se l’arzillo vecchietto avesse ripetuto in un qualunque bar di provincia, anzichè dietro 30 guardie del corpo, probabilmente qualche ceffone gli sarebbe arrivato tra l’indifferenza generale, non sarebbe diventato un caso nazionale.

 

Quando urli vergogna a chi ti contesta di cosa si devono vergognare, di manifestare il dissenso? E’ lesa maestà? Quando fai i tuoi bagni di folla a L’Aquila perchè fai allontanare dalla polizia quelli che protestano? Quando le uniche cose che fa il tuo esecutivo sono leggi per non mandarti in galera ed intanto la gente continua a perdere posti di lavoro alla fine qualcuno esasperato lo ritrovi sulla tua strada, e non potrai dare la colpa di tutto sempre e solo agli altri.

 

 

 

Alberto Statera su Repubblica di oggi riporta una frase di un discorso di Mussolini":” Una campagna giornalistica immonda e miserabile che ci ha disonorato per tre mesi….si facevano inquisizioni,si sapeva di mentire, ma si mentiva. Io sono stato tranquillo, calmo in mezzo a questa bufera, che sarà ricordata da coloro che verranno dopo di noi con un senso di intima vergogna” chi vi ricorda? Se vedemu

 

Pubblicato da sgt pepper a 01.44 0 commenti Link a questo post

 sangue big combo2

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: