ridateci i puffi

Pubblicato il da camilliadi

Copia dell'e mail inviata ieri alle ore 23,43 al servizio clienti RAI.

" Vi invio la presente per farvi cortesemente notare che vista la piega che ha preso il vostro tg delle 20 su Rai 1 forse converrebbe che al suo posto mandiate in onda dei cartoni animati, che hanno sicuramente più attinenza con la realtà che non certi servizi ed editoriali mandati in onda ultimamente. Naturalmente, onde evitare il risveglio delle coscienze dei più piccoli eviterei cartoni che parlano di guardie e ladri, giustizia e quant'altro possa innervorsire il vostro nuovo padrone...ecco mandate i puffi...sempre che la figura di Gargamella col cappuccio non induca a sinistrorse assonanze con quella loggia tanto cara all'unto dal Signore...in quel caso potreste mandare quel bell'intervallo di quando ero piccolo, con le foto delle città, evitando naturalmente L'Aquila, noto covo di comunisti, i comuni dell'Umbria terremotati, tutta la Sardegna cementificata da vostro Signore, il duomo di Milano, Palermo, Napoli, la Calabria tutta, Bari per le inevitabili rimembranze...cazzo non ci resta molto...ma non vogliamo di certo che la cosca delle libertà se ne abbia a male...così però non resta molto da far vedere...ma non perdiamoci d'animo.
Vorrei farvi notare che la parola prescrizione non è l'omonima di assoluzione, lo dico perchè guardando i vostri tg sembra che sia così...ma sicuramente sarà un refuso...non voglio nemmeno pensare che  i miei 137 eurini vengano usati per pagare lo stipendio a uno che non conosce l'italiano...e che serve solo da microfono al corrotto, perchè la sentenza parla chiaro, è un corrotto.
Certo che provvederete in tal senso vi comunico che l'anno prossimo i soldi del canone li userò per comprare dei libri, soldi sicuramente spesi meglio, o forse, per diventare un utilizzatore finale, ancora meglio...
Vi invio cordiali saluti ...se vedemu.

www. contattami.rai.it chi vuole fare copia e incolla ha il mio assoluto benestare..buona domenica a tutti.
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: