operazione traumatica...piccole spie crescono

Pubblicato il da camilliadi

" Si capisce, a mentire ci provano tutti, ma dove la TV e i giornali sono autenticamente liberi le bugie hanno le gambe corte, mentre da noi hanno gambe lunghissime. La verità, sulla nostra tv non è accertabile" ( Giovanni Sartori, 2003)
La notizia ( due righe su televideo) è che Pio Pompa, agente del Sismi, è stato rinviato a giudizio, insieme al suo capo Pollari, perchè utilizzava forze dei serevizi segreti italiani per usi diversi da quelli stabiliti . Per conto di chi indagava? Con quali scopi? Non è dato a sapere.
Nel 2006 i magistrati di Milano trovano fra i dossier di Pompa un file intitolato " Operazioni Traumatiche" per neutralizzare certi magistrati( i giudici palermitani Ingroia e Natoli, Caselli, Colombo, Bruti Liberati) politici ( Violante, Arlacchi, Leoluca Orlando)...insomma tutti quelli che dai tempi di Bottino in poi, secondo questi galantuomini usavano il potere giudiziario per "fini golpistici", destabilizzarli con denunce, campagne stampa, inchieste su suicidi, esercitando un controllo illegittimo sui magistrati. Chi traeva giovamento da tutto ciò...silenzio...silenzio di stato, perchè, come credo ben saprete su molti atti, e su molte intercettazioni è stato posto il segreto di stato.
Tante le bufale confezionate da Pompa & C. che hanno trovato spazio sui "giornali" ( Libero, Il giornale,il riformista...) e tanti i giornalisti al soldo del Sismi (Farina e soci...)perchè avevano ben chiaro che l'unico modo che avevano di far passare le loro stronzate per buone erano di utilizzare la stampa amica ed annientare i nemici, ovvero quelli che volevano semplicemente la verità, perchè se l'informazione compie al meglio il suo dovere non c'è segreto, balla o millanteria che tenga.Ma purtroppo domani ci sarà un altro Pollari, un altro Pompa, al servizio del potere.
Due righe a parte: ringrazio tutti quelli che hanno commentato il blog di ieri.
Mi scuso con quelli che ho annoiato e mi scuso anche per l'errore geografico: l'Hotel Raphael è a Roma e non a Milano.
Ultima cosa, uscendo di casa stasera ho sentito al telegiornale la notizia che era stato dato fuoco adun "barbone". Forse, quando anche in televisione cominceranno a chiamarle "persone" ci sarà qualche testa di cazzo in meno che si diverte così...se vedemu
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post