Necro reality show

Pubblicato il da camilliadi

Non so voi, ma io comincio ad averne le tasche piene di tutto questo buonismo di maniera , appiccicaticcio e fastidioso come una pisciata sui calzoni. Ormai nessuno dà più risposte e  nessuno fa più domande. I giornalisti sono solo aste per la cazzata del potente di turno nella migliore delle ipotesi, nella peggiore non sono altro che presentatori di truculenti reality a caccia della lacrima, dell'assassino, del movente, con un occhio al monitor per vedere se la faccia da " Dio, che tragedia!" tiene bene e con l'altro rivolgere una preghiera al cielo perchè la tragedia continui per almeno un'altra settimana, finchè non ne arriverà una nuova.

Lo Sara Scazzi Show tiene banco da dieci giorni, da quando la Sciarelli ha avuto quella botta di culo che le è valsa l'odio incondizionato di tutti i suoi colleghi che avrebbero dato un rene per essere al suo posto. Da lì è cominciato il grandioso Reality: prima la notizia alla madre della morte della figlia data con la sensibilità di Rudolph lo stupratore delle vergini, naturalmente davanti a cinque milioni di persone...qualcuno deve aver fatto notare alla Sciarelli che forse era il caso di interrompere, ma era come cercare di levare un sorcio dalla bocca del gatto,probabilmente dopo la minaccia di intervento armato da parte dei NOCS per liberare l'ostaggio l'ha dovuta mollare a malincuore.

Dal giorno dopo in poi è partita l'avanzata in grande stile: tutte le reti RAI, le reti Mediaset, LA7 in coro a fare da cassa da risonanza a un gruppo di psicolabili che chiedeva la pena di morte ( occhio per occhio ha sempre avuto una grande presa sull'italiota medio, questo spiega ampliamente come mai Bossi fa il ministro anzichè il muratore) , a intervistare parenti, amici, amici degli amici, a cingere d'assedio la casa del mostro...la D'Urso ( che io preferisco ricordare nuda su Playboy), tra un orgasmo da audience e una gravidanza isterica, intervista la figlia del mostro con la stessa faccia della Madonna sotto la croce...a un certo punto si immedesima talmente tanto nel personaggio che sembra credere perfino lei che gli freghi qualcosa, ma le passa subito e dopo aver cristianamente appoggiato, con la Mussolini e quell'altro genio della Santanchè la pena di morte, dà la pubblicità.

Nel frattempo Sposini, Giletti, Cocuzza, Vespa, Minzolini, Orefice e la Berlinguer, usciti da una messa nera dove hanno chiesto a Satana di far morire la Sciarelli in trentadue modi diversi, si spartiscono i soliti noti del teatrino della tragedia, una sorta di pret a porter dell'orrore, dove attingono ad ogni nuovo " efferato omicidio" : i criminologi Roberta Bruzzone ( quella che dichiarava Olindo e Rosa innocenti ) Francesco Bruno ( coinvolto nelle indagini sul mostro di Firenze...quando su dice un esperto...) e l'immarcescibile Paolo Crepet e il solito contorno di nani e  ballerine, naturalmente la linea è sempre dagli al mostro in ogni luogo e in ogni lago...

Quando sembrava essersi placata la sete di sangue di Tv e massaie di Pescara, ecco il colpo di scena : arrestano la cugina della vittima...e da capo Sposini, Giletti, Cocuzza, Vespa, Minzolini, Orefice e Berlinguer, dopo aver ringraziato Dio, Buddah, Shiva, Manitù e Tex Willer rimettono in moto la macchina...stessi discorsi con l'unica differenza della foto sullo sfondo. La D'Urso, che la settimana prima aveva fatto lingua in bocca con quella che potrebbe essere un'omicida, non si scompone di un millimetro e afferma che lei crede nell'innocenza della cugina, il tutto condito dalla stessa espressione di una vergine di fronte a Rocco Siffredi...la pena di morte  non è più un'opzione,solo guardandoli negli occhi nostra signora dei sette dolori ha deciso chiè colpevole e chi è innocente...potenza della tv!

Ieri, inopinatamente, becco un frammento di Sposini che parla con orrore del " Turismo da tragedia" , dei curiosi che vanno a vedere...e fa vedere le immagini della villetta dei mostri dove nell'ordine si vedono :
1) Tre pattuglie dei carabinieri
2) Troupes del tg1, tg2, tg3, tg4, tg5, Studio Aperto con tanto di pianista per sottofondo funebre live, La7, almeno 6 Tv private,
3) 132 giornalisti di tutte le testate dal Corriere della sera al Corriere dei piccoli
4) Quelli di Voyager
5) Due cinesi

Se esiste un " Turismo dell'orrore" loro sono i tour operator..

Niente di più feroce della banalissima televisione.( Pasolini)   se vedemu

Detect language » Hungarian

Commenta il post

klaus 10/19/2010 21:53


sei un grande


camilliadi 10/19/2010 22:27



grazie amico Klaus...per punirti della tua bontà rispondi a questo:


qualche domanda se la potrebbero porre pure loro ( D'Urso esclusa)

Anche semplicemente leggendo le notizie ufficiali era possibile rilevare queste anomalie.

Primo. In Italia scompaiono circa 1000 persone all'anno. Nel 2009 erano 1033, secondo le stime ufficiali della Polizia di Stato. Difficile capire come e perché i media avessero scelto di
occuparsi solo ed esclusivamente di Sarah. Quando di un fatto se ne occupa ossessivamente la TV, vuol dire che dietro c'è molto altro, rispetto a quello che dicono.In Puglia dal 1974 ad oggi sono
spariti 1600 pugliesi.

Secondo. L'altra anomalia è che la famiglia Scazzi sceglie come difensore l'avvocato Walter Biscotti, già difensore di Rudy Guede nel processo Meredith, e coinvolto anche nel caso Marrazzo.
L'avvocato risiede a Perugia.
C'è da domandarsi come ha fatto la famiglia a scegliere un difensore che risiede a centinaia di chilometri, e con che criterio.
Inoltre, nella fase di ricerca di una persona scomparsa, il difensore è assolutamente inutile, non essendoci procedimenti né civili né penali da affidare al legale.
Guarda caso poi, il legale in questione non solo trova il tempo di recarsi personalmente ad Avetrana, ma ha anche la fortuna di trovarsi alla trasmissione "Chi l'ha visto" proprio quando in
diretta mandano la notizia del ritrovamento del cadavere.

Terzo. Nella trasmissione Porta a porta, del 4 ottobre (quindi precedente al ritrovamento del cadavere), Bruno Vespa incalzava la moglie di Michele Misseri e la madre di Sarah domandando loro "ma
voi credete a quest'uomo? pensate che menta?".
Vespa parlava come se già sapesse chi sarebbe stato il futuro assassino, anche quando non esisteva l'ombra di un sospetto.

Quarta : Perchè in questo paese negli ultimi trent'anni ( dal mostro di Firenze passando per Cogne, Perugia, Garlasco ed Erba) non si ritrovano mai le armi del delitto?





Afrikaans


Albanian


Arabic


Belarusian


Bulgarian


Catalan


Chinese


Croatian


Czech


Danish


Detect language


Dutch


English


Estonian


Filipino


Finnish


French


Galician


German


Greek


Haitian Creole ALPHA


Hebrew


Hindi


Hungarian


Icelandic


Indonesian


Irish


Italian


Japanese


Korean


Latvian


Lithuanian


Macedonian


Malay


Maltese


Norwegian


Persian


Polish


Portuguese


Romanian


Russian


Serbian


Slovak


Slovenian


Spanish


Swahili


Swedish


Thai


Turkish


Ukrainian


Vietnamese


Welsh


Yiddish



Afrikaans


Albanian


Arabic


Belarusian


Bulgarian


Catalan


Chinese


Croatian


Czech


Danish


Dutch


English


Estonian


Filipino


Finnish


French


Galician


German


Greek


Haitian Creole ALPHA


Hebrew


Hindi


Hungarian


Icelandic


Indonesian


Irish


Italian


Japanese


Korean


Latvian


Lithuanian


Macedonian


Malay


Maltese


Norwegian


Persian


Polish


Portuguese


Romanian


Russian


Serbian


Slovak


Slovenian


Spanish


Swahili


Swedish


Thai


Turkish


Ukrainian


Vietnamese


Welsh


Yiddish



Detect language » Hungarian