Lodo Alfano, un falso problema

Pubblicato il da camilliadi

Lodo Alfano: un falso problema...

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano Il ministro della Giustizia Angelino Alfano

Angiolino Jolie ci riprova…all’uscita dalla conferenza sul tema” La costituzione: se la conosci la eviti” Angiolino, che anzichè Brad Pitt  baciò il boss Croce Napoli al matrimonio della figlia del boss, annuncia quello  che ,solo lui, definisce ddl costituzionale per la sospensione dei processi alle alte cariche dello stato, ovvero al suo padrone, visto che le altre tre processi in corso non ne hanno, anche se Schifani ha avuto frequentazioni quantomeno sconvenienti col boss Mandalà…cazzo su quattro cariche Uga e Renatino avevano amici mafiosi, ilo ministro della giustizia bacia i boss ai matrimoni…è un miracolo che non abbiano ancora legalizzato l’associazione mafiosa.

Quindi adesso abbiamo in rampa di lancio un ddl sulle intercettazioni che, di fatto, azzererà migliaia di indagini e un altro che azzererà i processi a Silvio…sempre meglio… però a questo punto una riflessione si impone…a chi giovano in realtà i lodi Alfano?

Quello sulle intercettazioni è un regalo palese agli amici degli amici e su questo nessuno può onestamente controbattere, e , per quanto riguarda, la non processabilità delle cariche dello stato è un finto problema…quanti processi ha scampato Berlusconi anche senza questo cavillo?…Prescrizioni, indulti, leggine ad hoc…in  un pezzo dal titolo “ Muratori e architetti” ( che trovate nella sezione logge) avevo già spiegato come tutti i problemi di Silviolo stiano uscendo improvvisamente tutti insieme, all’interno e all’esterno, un po’ come quello che sta accadendo al Vaticano… è in corso una lotta tra massonerie e poteri occulti ( e lo stillicidio sui servizi deviati da Moro a Falcone ne è la prova certa) .

Il Lodo Alfano è un moscerino, rispetto alla balena rappresentata dal Trattato di Lisbona e all’elefante rappresentato dalla legge elettorale, dalla legge sulla prescrizione , quella sul falso in bilancio.
La polemica sul Lodo Alfano nasconde in realtà un dialogo tra quella parte della massoneria che vuole affossare Berlusconi, e che da tempo gli ha mandato diversi segnali negativi. In pratica si tratta di un segnale dei poteri forti su una prossima caduta di Berlusconi.
E il premier, e coloro che lo difendono, quando dichiarano le loro posizioni, stanno solo dialogando con la controparte.
La leggi, spesso, non sono fatte per una reale volontà di cambiare , né sono fatte per dare all’Italia un diritto più equo. Le leggi nascondono in realtà dei segnali alla controparte, dei veri e propri messaggi in codice.

Questo ddl è la Maginot dell’unto, l’ultimo tentativo di difesa, non dalla magistratura, ma dai suoi ex amici…fate attenzione, quando qualcuno indica la luna lo stolto guarda il dito…se vedemu...per gli amici di overblog...tutti gli articoli nuovi li trovate sul mio nuovo sito: http.//camilliadi.aggrega.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post