lettera all'amico Bersani

Pubblicato il da camilliadi

carissimo On. Bersani, con questa lettera aperta vorrei metterla al corrente di alcuni fatti che , molto probabilmente le sono sfuggiti. Innanzitutto quando Rutelli se ne è andato dal PD dicendo che era troppo a sinistra credo stesse scherzando, ma qualora l'avesse preso sul serio si tranquillizzi che non è così.
Prima che anche AN vi sorpassi a sinistra vorrei umilmente darle due o tre consigli su come affrontare due o tre punti con il poco onorevole silviolo primo, partendo da quello sicuramente impellente, per silviolo s'intende, della giustizia.
Dopo aver preso appuntamento col premier tra la Yespica e Noemi si dovrebbe preserntare e fare timidamente notare che sareste anche disposti a trattare le riforme, in cambio il massone potrebbe farsi processare almeno una volta per vedere l'effetto che fa. Quando Colui che Ha sbotterà con la solita trita frase "Non mi faccio processare da giudici di sinistra" potrebbe fargli timidamente notare che ad avere corrotto giudici non è stato il PCI ma alcuni suoi avvocati e che non è certo colpa dei compagni se ha più procedimenti penali che capelli.All piccata risposta "Comunisti" faccia presente che l'unico ad avere amici comunisti è proprio lui(Putin...ex capo kgb nel cui letto, detto per inciso, ha passato piacevoli momenti con svariate escort, vallette e qualche ministra) e a definire comunisti D'Alema e veltroni ci vuole della fantasia e del coraggio, e che la smetta con la solita tiritera che  i suoi guai con la giustizia sono nati con la sua discesa in politica, il primo procedimento nei suoi confronti risale al 1990 quando la corte di Venezia dichiara silviolo colpevole di aver giurato il falso ( vizio che non perderà nel tempo) davanti ai giudici nel procedimento sulla P2, reato coperto dall'amnistia dell'ottantanove, e prima ancora, siamo nel 1987 uin giudice, che iondaga sul fallimento di una società di Dell'Utri chiede lumi a Siviolo sulla presenza di uno stalliere mafioso nella villa di Arcore. quindi i suoi trascorsi sono ben antecedenti al 1992.
Se lui si ostina a non volerne sapere e si attacca alla vecchia storia che deve difendere la libertà in Italia arrendetevi, offritegli un  salvacondotto per le Cayman, l'immunità tombale,le spese coperte per il divorzio da Veronica e un coupon con le prestazioni pagate per un anno con venti escort,almeno, forse smetterà di fare stracci di questo paese e della gente perbene che ci vive.
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post