Il paradiso può attendere...per ora vinciamo le elezioni

Pubblicato il da camilliadi

Bastaaaa!! !Adesso basra con l'ingerenza del Vaticano nella vita politica in Italia...hanno devastato le palle...se voglio sentire un prete che parla vado in chiesa...viviamo in Italia non nello stato del Vaticano...pensate cosa succederebbe se qualcuno andasse a distribuire volantini a favore dell'aborto in Piazza San Pietro...meglio appoggiare un governo pieno di fascisti,ladri,puttanieri,corrotti e corruttori...cazzo in effetti hanno parecchi punti in comune e soprattutto gli consente una evasione fiscale legalizzata...quindi appoggio incondizionato al banana e ai suoi adepti.

Possibile che debbano continuare a delirare su tutto? Non ne hanno alcun titolo, possono parlare solo a chi crede, sacralità,peccato e le loro regole valgono solo per chi ha fede, ma anche gli altri hanno diritto di essere tutelati senza che qualche vecchio sanfedista cominci a sbraitare perchè Dio si incazza.

Fino a che la paura dell'inferno e la paura di perdere voti ofuscheranno le menti di buona parte degli italiani saremo obbligati a vivere in uno stato ipocrita e integralista, dove si pecca di notte e si prega di giorno.

L'ipocrisia di un papa che quando era a capo della moderna inquisizione ( esiste ancora, si chiama compagnia di gesù) ha coperto i casi di pedofilia, quando poi questi sono diventati una valanga ha chiesto perdono, l'ipocrisia di un monsignore che afferma che in confessione è più facile perdonare un pedofilo che chi ha abortito...maledetto,l'ipocrisia di una chiesa che si scaglia contro l'omosessualità e poi, nelle segrete stanze, è pratica quotidiana ( chiedetevi perchè i prostituti nelle intercettazioni su l'aquila, arrivavano dal Vaticano) c'è più di un libro sull'argomento e il caso di Cedryc Tournè, l'omicidio-suicidio tra guardie svizzere, getta inquietanti ombre sulla quotidianità vaticana ( quando la chiesa si oppose al Gay Pride di Roma Busi la definì una guerra tra froci), l'ipocrisia di chi parla di povertà nel lusso e a pancia piena, i poveri per loro non sono altro che un buisness, bambini,poveri,malati non aprono le porte del paradiso ma i portafogli,l'ipocrisia di politici cattolici che si professano credenti e devoti servitori di Dio a parte due o tre comandamenti che, evidentemente, sono meno cristiani di altri...

Basta con l'ingerenza di uno stato estero nella politica interna italiana, basta con l'integralismo cattolico che è violento alla pari di quello talebano, sono solo più raffinati nei modi,basta con i pagliacci in politica asserviti al vaticano quelli di destra ( grandi peccatori) quelli di sinstra ( moderati peccatori, ma ambigui frequentatori dell'opus dei...vero Max?) quelli di centro ( non peccano...quasi mai)...ognuno è libero di vivere come vuole, ma la sua libertà non deve toccare le mie...se la Binetti vuole vivere strizzandosi in un cilicio a me va benissimo, per quanto mi riguarda si può anche infilare una scopa nelle orecchie, ma se il suo delirio ultra cattolico blocca ogni legge civile tutto ciò si riflette sulle libertà di tutti.

La vera laicità non preclude la religione, la legge dello stato deve tutelare tutti e dovrebbe essere nell'interessa della collettività, la legge di Dio vale solo per i cattolici e va bene in una chiesa non in un parlamento...se vedemu
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post