the time they are changin'

Pubblicato il da camilliadi

 

sabato 12 dicembre 2009

the time they are changin’

 

 

Due sono gli argomenti preponderanti di oggi.

 

E’ finalmente nata la risposta ad una domanda che non c’è! Rutellone (un altro che ha fatto passare quasi tutti i partiti italiani) ha formato un nuovo partito di centro, l’ennesimo, da aggiungere alle varie sfumature di grigio che connotano le varie componenti politiche dell’arco costituzionale.La domanda è ce n’era bisogno? La risposta è no!

 

Non sentite anche voi la mancanza dei bei vecchi tempi quando un fascio era un fascio ed un comunista era un comunista, bei tempi quando nessuno si vergognava di quello che era!

 

Potrebbe essere il primo passo per levare dalle palle della sinistra tutta quella schiera di teodem, ex democristiani, ex socialisti ed ex voto che in questi anni hanno tarpato le ali a qualunque proposta civile e laica volta a migliorare la vita di molti.

 

Sotto questo punto di vista è sicuramente un passo avanti l’importante è che non lo facciano rientrare dalla finestra se, per qualche eccezionale congiunzione astrale ,il PD riuscisse a vincere le elezioni, riportandosi in casa il problema.Quanto potrebbero essere costate al centrosinistra in termini di voti le sue posizioni su procreazione assistita e laicità dello stato?

 

La seconda è il risvegli delle belle addormentate nel bosco Napolitano e Bersani, incredibile ma vero! Il compagno Giorgio dopo aver firmato leggi che gridavano vendetta al cielo e chiesto “di abbassare i toni” mentre sulle nostre teste volavano granate, si è reso conto che forse Supernan stava un filino esagerando ed invece di chiamare la neurodeliri per internarlo ,l’ha richiamato ad un maggior rispetto per le cariche costituzionali…meglio che niente.

 

Confortato da questa temeraria esternazione del compagno N. il compagno Bersani (il politico, non il cantante) ha detto che non bisogna disperdere la piazza viola, riconquistare i lavoratori e fare opposizione a questo governo. Benissimo compagno B. ma dov’eri il 5 dicembre, dov’eri quando i lavoratori in lotta per il posto di lavoro venivano manganellati dalla polizia, dov’eri quando bastava una manciata di voti per far cadere proposte di legge dell’attuale governo? Speriamo che sia la volta buona….e che il sonno non vi ricolga… se vedemu

 

 

 

 

 xs.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: