Com'è squallida la vita negli abusi di potere

Pubblicato il da camilliadi

Mentre scrivo Napolitano sta valutando il decreto applicativo( leggi ennesimo tentativo di aggirare le regole) spero che si passi una mano sulla coscienza e non firmi quello che a tutti gli effetti non è altro che un golpe. Ho sentito diversi amici di Roma che in questi minuti stanno unendosi al  popolo viola sotto al quirinale...un paio di loro vi assicuro che non hanno mai messo piede ad una manifestazione, ma stavolta l'aria è pesante...
Il punto indipendentemente che Napolitano firmi o non fimi è che deve finire questo continuo tentativo da parte di questo omino di sovvertire l'ordine e la legalità, ogni volta bisogna sperare in uno stop del quirinale, della consulta o del CSM per avere uno stato normale.
Nessuno ha impedito al piduista di presentare le sue liste, nessuno l'ha costretto a pagare i giudici, nessuno gli ha puntato una pistola alla tempia quando corrompeva la guardia di finanza...sono le sue scelte da imprenditore e non quelle da politico il problema...non può far morire uno stato per i suoi problemi.
Ha ragione Di Pietro ( personaggio che non amo molto, anche se ho votato per lui) questo è un golpe, a parti invertite col cazzo che ci sarebbe stato un decreto attuativo...al limite una pernacchia...nel momento stesso in cui usi il tuo potere per cambiare delle leggi a te sfavorevoli, quella non è più democrazia.
Adesso mi ripeto ma attenzione alla piazza, qualunque atto di violenza diventerebbe l'alibi per azioni che potrebbero portare a cose ben peggiori di un decreto...
Vorrei sperare che indipendentemente da Napolitano domani tutti,  cominciassimo a pretendere rispetto per la democrazia e per questo stato che assomiglia sempre più alla Repubblica delle banane

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post