augias, un gesto coraggioso

Pubblicato il da camilliadi

Augias un gesto coraggioso Condividi Oggi alle 20.54 - di Moni Ovadia - Il disprezzo per le regole e per i valori istituzionali esibito sfrontatamente da una destra proterva e irresponsabile marca l’ennesimo sprofondamento della soglia della decenza civile nel nostro povero piccolo Paese. Non colpisce tanto il cialtronesco dilettantismo - lo definiamo così per essere buoni - di una corte dei miracoli al soldo di un padrone, ma disgusta l’arroganza con cui si pretende di ignorare regole che non hanno colore politico e che rappresentano il quadro istituzionale garante di equità democratica. Ovviamente è chiaro a tutti che per il bene della democrazia la competizione elettorale deve avere in campo tutte le forze politiche nessuna esclusa. Ma come si può tollerare di vedere nei teleschermi rappresentanti di un ceto politico che invece di vergognarsi e scusarsi con gli elettori per le gravi inadempienze e chiedere con modestia che si trovi una soluzione per il bene del confronto democratico, esibiscono i loro grugni da oligarchi impuniti concionando, pretendendo e impartendo lezioni a destra e a manca? Fortunatamente non tutti in Italia cedono a questo desolante affresco di volgare mediocrità, ci sono anche oggi persone capaci di affermare un’altra civiltà privata e pubblica. Vorrei a questo proposito segnalare il gesto di coraggio compiuto dallo scrittore e giornalista Corrado Augias per protestare contro l’oscuramento delle trasmissioni di confronto politico con la scusa del rispetto della par condicio, in realtà con il malcelato intento di non disturbare il manovratore. Augias in testa alla trasmissione di cui è conduttore su Rai 3 ha letto una propria dichiarazione di poche righe adamantine in difesa di uno dei pilastri della democrazia: la libera informazione. Lo ha fatto con sobrietà ma con esemplare fermezza ed è stata una boccata di aria fresca e pura nell’ ammorbante atmosfera che respiriamo.
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post